Andar per Borghi: Montenerodomo e l’area archeologica di Iuvanum

ANDAR PER BORGHI

Written by:

Views: 1477

La nostra rubrica “Andar per Borghi” oggi fa tappa a Montenerodomo e nell’area archeologica Iuvanum. Siamo nello splendido scenario della Maiella orientale, in uno dei più importanti siti archeologici della regione.

Montenerodomo è un’antica città frentana, intorno al IV – III secolo, per maggiore facilità di collegamento, fu spostata più a valle divenendo in seguito municipio romano. Dell’epoca protostorica restano tracce delle mura megalitiche. Nel IV e III sec. Avanti Cristo sorse Juvanum, probabilmente da “iuvare”, per le qualità salutari di una sorgente tuttora attiva, situata sulla via dei tratturi, che presenta attualmente l’acropoli, il foro, il teatro, la basilica, resti di mura e templio.

Iuvanum sorge su una spianata a 987 metri di altitudine, non lontano dall’abitato di Montenerodomo, in località Madonna del Palazzo, ed è uno dei siti archeologici più importanti di tutta l’Italia centrale. Dapprima insediamento sannitico, poi municipio romano, il sito è attualmente un’area archeologica con annesso museo.

All’età romana risale la gran parte dei resti archeologici oggi visitabili: strade lastricate, la grande piazza centrale (il foro), pavimentata con lastre di pietra e circondata da botteghe ed edifici pubblici, e poco distanti le terme. Dell’insediamento originario, dei Sanniti-Carricini, rimane il santuario del IV secolo A.C., con due templi affiancati, e il piccolo teatro con scena e gradini in pietra.

A ridosso del sito, un moderno edificio ospita il Museo Archeologico, che dispone di un percorso appositamente pensato per gli ipovedenti, e il Museo della Storia e Trasformazione del Paesaggio. Il Museo Archeologico di Iuvanum racconta attraverso i reperti dell’area, la storia e la vita dell’insediamento, mentre il Museo sulla Storia e Trasformazione del Paesaggi” è incentrato sui mutamenti ambientali del Sangro-Aventino dall’epoca italica ad oggi, nonché il rapporto tra uomo e risorse territoriali, attraverso itinerari tematici che interessano ben sedici comuni.

[map style=”width: 610px; height:406px; float:left; margin:20px 20px 20px 20px; border: 1px solid black;” address=”Montenerodomo” marker=”yes” maptype=”ROADMAP”]

[Crediti: SangroAventinoTurismo – foto Flickr/terredeitrabocchi]

Iscriviti alla newsletter

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *