Andar per borghi, Frisa

ANDAR PER BORGHI

Written by:

Views: 718

Frisa

Il borgo di Frisa, nelle immediate vicinanze di Lanciano, si affaccia su un rilievo collinare tra i torrenti Moro e Feltrino.
A dominare lo splendido paesaggio agricolo che circonda il paese, sono da sempre gli oliveti e soprattutto i vigneti, da cui una notevole produzione di vino, che fa di Frisa la Città del Vino.

Frisa

Non si hanno fonti certe riguardo le origini del paese, alcuni reperti ci suggeriscono un’estrazione romana, tuttavia le prime testimonianze letterarie fanno risalire il borgo all’XI secolo, quando il territorio era feudo del conte di Chieti Trasmondo III.
Nel ‘400 arrivano i Caldora e più tardi i Caccianini, famiglia facoltosa di Milano che ha lasciato il segno nell’omonimo palazzo baronale, risalente al XVII secolo e ampliato nella seconda metà del ‘700.

Palazzo Baronale

Tra i monumenti di maggior interesse storico, la chiesa di Santa Maria del Popolo che secondo un’iscrizione risalirebbe al 1669. All’interno, su un altare in stile barocco, era conservata una tela del ‘500 raffigurante la vergine, trafugata nel 1980 e sostituita nel 1982 da un dipinto reinterpretato di Pietro Annigoni che rappresenta la Madonna con il bambino.
Nell’adiacente piazza anche una scultura dell’artista Antonio Di Tommaso in ricordo all’emigrante.

Chiesa Santa Maria

Ogni anno Frisa celebra la Festa dell’olio nuovo, manifestazione dedicata all’olio extravergine d’oliva appena spremuto nei frantoi della zona. Lungo il percorso gastronomico, allestito all’interno del centro storico, si degustano piatti della tradizione locale accompagnati da spettacoli e musica dal vivo.

Festa dell'olio nuovo L’appuntamento quest’anno è per il 2 e il 3 novembre.

Gli altri borghi delle Terre dei Trabocchi, Abruzzo
[
Crediti|Immagini: Antonio Dell’Elce (Flickr), frisaweb.it, Google Image]

Iscriviti alla newsletter

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *