L’Abruzzo in un sorso, Birrificio Maiella

APPUNTI DI GUSTO

Carmelita CianciWritten by:

Views: 1094

Massimiliano Di Prinzio, Birrificio Maiella

L’Abruzzo, notoriamente e storicamente territorio di grandi vini, si scopre anche eccellenza nel panorama delle birre artigianali. Diverse, infatti, sono le piccole realtà che negli ultimi anni hanno portato alla ribalta un prodotto poco conosciuto.
Tra queste Birrificio Maiella, un micro-birrificio di Casoli, nato soltanto quattro anni fa, ma che ha già riscosso notevole successo tra gli addetti ai lavori e presso il grande pubblico, a livello nazionale e internazionale.
Al timone della piccola azienda, Massimiliano Di Prinzio, personaggio eclettico e lungimirante, che ha fatto della sua grande passione un lavoro.
Le sue, sono birre rifermentate in bottiglia, prive di coloranti e conservanti, non sono filtrate, né pastorizzate.

Matthias, Birrificio Maiella

Dal 2008, porta avanti il suo progetto con un interessante lavoro di ricerca sulle materie prime del territorio. Niente è lasciato al caso, il malto d’orzo è di prima qualità, il grano cappelli è tipico della zona, il grano solina (autoctono abruzzese) proviene da coltivazioni biologiche, l’acqua è quella delle sorgenti Del Verde, il miele d’acacia è del parco nazionale della Majella, la confettura utilizzata in una delle sue birre, la Cluviae, è fatta con la mela casolana, varietà tipica della zona, le spezie sono quelle della vicina montagna.
Tutti gli ingredienti sono scelti con cura, hanno un forte legame con l’ambiente agricolo, ci fanno conoscere e scoprire un territorio.

Emigrante, Birrificio Maiella

Persino la sua ultima creazione, la birra Emigrante, ottenuta con una materia prima che va oltre i confini della Regione (luppoli americani e neo zelandesi e malti tedeschi, inglesi e belgi), ed è dedicata a tutti i concittadini di Casoli emigrati all’estero, ci racconta un pezzo d’Abruzzo.

Il laboratorio, Birrificio Maiella

Sul fronte numeri, le bottiglie prodotte ogni anno sono 34.000, e raggiungono anche la lontana Australia. I quantitativi non sono enormi, perché come ci racconta Massimiliano, è necessario mantenere alto il livello qualitativo del prodotto.
Proprio per questo motivo ha rinunciato a mercati come quello americano, troppo grandi da soddisfare.
Riguardo il futuro invece, sta pensando di investire in un impianto nuovo, qualcosa è in “fermentazione”, ma non si sbilancia.

Birrificio Maiella
Via S. Salvatore 6, Casoli
Tel. 0872981919

 

[Crediti | Immagini: Carmelita Cianci]

Iscriviti alla newsletter

3 Responses to " L’Abruzzo in un sorso, Birrificio Maiella "

  1. lidia flora scrive:

    Complimenti vivissimi per l’amore e la passione e soprattutto per le materie di alta qualità che usa signor Di Prinzio per creare questa birra dall’aspetto invitante…non ho ancora avuto l’onore di berla…conto di farlo appena torno in Abruzzo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *