Formaggi buoni da gustare, veloci da ‘ruzzolare’

APPUNTI DI GUSTO

Written by:

Views: 417

Pensate che i formaggi, di cui le Terre dei Trabocchi producono tante e gustose varietà, sono solo buoni da gustare? Non solo, perché i formaggi possono diventare un’esperienza multisensoriale attraverso la quale gusto, olfatto, vista, tatto e persino udito raccontano la peculiarità di questi prodotti della tradizione pastorale abruzzese.

Un’esperienza multisensoriale che sarà possibile vivere nel weekend a Buongusto 2012, la rassegna che per il settimo anno torna a Gessopalena, nel cuore delle Terre dei Trabocchi.

Un viaggio attraverso i formaggi che coinvolge, appunto, tutti i sensi. Coinvolge il gusto, ma anche l’olfatto, con la scoperta dei loro odori variegati. E coinvolge di certo la vista, perché le forme, i colori, la crosta e altre caratteristiche ‘estetiche’ dicono molto sulle diverse tipologie di formaggi. Così come i formaggi si possono ‘esplorare’ con il tatto, che misura la morbidezza, la stagionatura, la forma. E si possono persino ‘sentire’, e adesso vi racconterò perché…

Un’esperienza multisensoriale che sarà possibile vivere a Gessopalena attraverso le degustazioni, la mostra mercato, le lezioni di gusto, le gallerie del gusto, gli abbinamenti con i vini del territorio. Ma che sarà anche possibile ‘sentire’ perché a un certo punto i formaggi (poveri loro!) ruzzoleranno per terra e il rumore che faranno diventerà strumento di ‘misurazione’.

La gara di Ruzzola

Domenica a Gessopalena, infatti, va in scena la Gara di Ruzzola. Quello della ruzzola è da sempre uno sport praticato in prevalenza da pastori e agricoltori, che utilizzando una forma di formaggio stagionato si sfidavano lungo percorsi in grado di stimolare forza e destrezza.

Il gioco, praticato già dagli antichi Romani, consiste nell’avvolgere uno spago intorno ad una forma di formaggio stagionato per poi lanciarla trattenendo un capo dello spago in modo da imprimergli una veloce rotazione. Lo scopo del gioco è di far giungere il più lontano possibile la “ruzzola”, con il minor numero di lanci possibili.

La preparazione del formaggio

In realtà il lancio della ruzzola o ruzzolone – praticato però non con il formaggio ma con con rotelle di legno – è uno sport popolare e un gioco tradizionale italiano di antichissime origini, praticato in varie parti d’Italia, diffusissimo e radicato tra le classi popolari fino alla fine dell’Ottocento. Oggi è uno sport tradizionale regolamentato e tutelato dalla Federazione italiana giochi e sport tradizionali e dall’Associazione europea dei giochi e degli sport tradizionali.

(Un video che mostra il gioco della Ruzzola)

[Crediti: http://www.buongustoabruzzo.it/ – Youtube – Wikipedia]

Iscriviti alla newsletter

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *