Cinque picnic da non perdere

NATURA D'AVVENTURA

Carmelita CianciWritten by:

Views: 2276

Le uscite settembrine, sono le più belle, l’aria è appena fresca e i colori si fanno tenui, è il periodo migliore per godersi la natura, magari con un picnic. E allora spazio al cestino di vimini, alla tovaglia rigorosamente a quadri e magari anche alla succulente grigliata d’arrosticini.
Così abbiamo stilato per voi, cinque posti per la scampagnata ideale all’aria aperta, prendete nota.

1)  Le Acquevive, Taranta Peligna

Ai piedi di Taranta Peligna, attraversato dai giochi d’acqua del fiume Aventino a pochissimi km dalla sua sorgente sul versante orientale della Majella, il parco fluviale delle “Acque Vive” è una delle mete più attraenti per chi apprezza il valore dell’acqua e la sua limpidezza.


2) Bosco di Don Venanzio, Pollutri

A due passi dalla foce del fiume Sinello, il Bosco di Don Venanzio è uno degli ultimi lembi di foresta planiziaria della costa adriatica. Ha un’estensione di circa 78 ettari, ed è costituito da una serie di terrazzi fluviali. L’interno è percorribile da un viale che affianca il canale di alimentazione di un antico mulino. Gli altri percorsi si sviluppano sui margini esterni e lungo le rive del Sinello.


3) Cascate del Verde, Rosello – Borrello

Le cascate del Verde, affluente del fiume Sangro, si trovano al confine tra il Molise e l’Abruzzo. Sono le Cascate Naturali più alte d’ Italia, vengono formate da un triplice salto che complessivamente misura 200 metri.  Attraverso il percorso “Cascate del Verde”, si raggiunge una veduta panoramica da dove è possibile ammirare le cascate, mentre seguendo il percorso “Il vecchio mulino”, si accede all’area pic-nic.


4) Santa Maria Mater Domini, Fraine

Il Santuario di Santa Maria Mater Domini, è immerso nel silenzio di un bosco di antiche querce, in località Bosco delle Vicenne a Fraine.
Il sito risale al 1056, quando fu fondato un monastero benedettino sui ruderi di una chiesa più antica. Nelle vicinanze c’è uno spazio attrezzato ideale per i picnic.


5) Sorgenti del Verde, Fara San Martino

Situate nel cuore della Majella orientale, le sorgenti del Fiume Verde, in località San Pietro, offrono uno scenario di grande suggestione.
La sorprendente abbondanza di acque, il loro elevato grado di purezza, la ricca vegetazione e un’area pic-nic attrezzata ne fanno un ambiente rilassante e gradevole.

[Crediti: foto trignosinelloturismo.it, emiliomerlino.net, Carmelita Cianci]

Iscriviti alla newsletter

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *