Appuntamento (alle 4) a Lanciano per la Notte Bianca più antica del mondo

A SAPERLO!

Written by:

Views: 1695

Lanciano ‘addobbata’ per le Feste di settembre 2012

Pensavate che la Notte Bianca più antica del mondo fosse quella di Berlino del 1997? E che la prima in Italia fosse quella romana del 2003? Niente di più sbagliato. Per risalire alla ‘madre’ di tutte le Notti Bianche dobbiamo tornare indietro di due secoli. E dobbiamo spostarci nel cuore delle Terre dei Trabocchi. Precisamente a Lanciano, nel 1833, quando fu celebrata la prima edizione di una manifestazione che ancora oggi rappresenta l’evento più importante del territorio.

Una manifestazione che giovedì, 13 settembre, richiamerà in città migliaia di persone che per divertirsi, rispettare la tradizione o semplicemente perché ‘devono’ esserci, affolleranno il centro. Obiettivo comune è aspettare le quattro del mattino quando i fuochi pirotecnici, l’accensione delle luminarie, la sfilata della banda e l’appuntamento nel panificio, con la pizza peperoni e alici appena sfornata, segnano l’avvio del Settembre lancianese.

Ma com’è nata questa speciale Notte Bianca? Le origini sono religiose anche se poi, nel tempo, la festa ha assunto i contorni tipici delle manifestazioni di spettacolo con musica, canzoni, balli ed eventi collaterali.

La tradizione racconta che nel 1833 due sacerdoti lancianesi si recarono a piedi al Vaticano per prelevare le corone d’oro per la Statua della Vergine e del Bambino, opera che si trova nella Cattedrale della Madonna del Ponte, santa Patrona della città. I lancianesi, saputa la notizia del loro imminente rientro con i doni, non seppero aspettare e molti fedeli andarono a Castelfrentano, da dove scortarono le corone con molti falò fino all’arrivo alla chiesa di Santa Chiara a Lanciano, alle due di notte. Dopo ci fu la consegna di molte carte provenienti dal Vaticano nella sede arcivescovile, con una lettera del Papa Gregorio XVI che autorizzava l’arcivescovo Francesco Maria De Luca a solennizzare al massimo le “Feste di Settembre”. I lancianesi restarono alzati fino a dopo l’alba e questa prima nottata della storia di Lanciano è stata poi “istituzionalizzata” nelle Feste di Settembre, con una tradizionale veglia il primo giorno di festa.

Da allora ogni notte del 13 settembre, intorno alle 4 del mattino, Lanciano si trasforma nella capitale del divertimento e della ‘vitalità’. C’è chi aspetta l’apertura ballando e divertendosi, chi si alza appositamente; tutti si danno appuntamento in centro, assistono ammirati ai fuochi d’artificio e all’accensione della paratura, quindi corrono a comprare la tradizionale pizza, mentre la banda suona tra la folla. Dopodiché, tutti (o quasi) a nanna.

La Nottata segna solo l’inizio delle Feste, che nei tre giorni successivi regala un programma ricco di eventi, tra musica, teatro, danza e – immancabili – gli appuntamenti con le prelibatezze enogastronomiche locali.

(Il servizio di Telemax dedicato all’Apertura del 2010)

 (I fuochi pirotecnici del 2011)

[Crediti: festedisettembre2012.com, Youtube]

Iscriviti alla newsletter

8 Responses to " Appuntamento (alle 4) a Lanciano per la Notte Bianca più antica del mondo "

  1. maurizio angelucci scrive:

    Da strorico posso garantire che il rigo “La tradizione racconta che nel 1833” è sbagliato perchè è tutto documentato dai cronisti dell’epoca e trattasi invece di una realtà storica la nosyra notte bianca. http://www.maurizioangelucci.com

  2. danieladicecco scrive:

    Sì certo, lo ‘racconta’ la tradizione e lo ‘certificano’ i documenti. Doppia conferma :)

  3. Fernando scrive:

    GRANDE LA MADRE DI TUTTE LE FESTE GRANDE AXANUM

  4. Elisa Orfeo scrive:

    ha ragione……..Maurizio Angelucci……… è una tradizione storica…..!!!!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *